×

Costi mini spa in casa: qualche consiglio per risparmiare

Hai comprato una spa gonfiabile Lay-Z-Spa e ora vorresti capire cosa fare per ottimizzare un po’ le spese di gestione? Allora segui i nostri consigli per gestire al meglio i costi della mini spa in casa risparmiando un po’ e limitando gli sprechi di energia!

1 – Lascia acceso il sistema di riscaldamento tra un utilizzo e l’altro

Se utilizzi frequentemente il tuo idromassaggio gonfiabile, cioè almeno tre volte a settimana, ti suggeriamo di lasciare in funzione il sistema di riscaldamento invece di spegnerlo e riaccenderlo ogni volta che vuoi fare un bagno. Imposta il termostato tra i 36° e i 38° e lascia in funzione il riscaldamento della tua Lay-Z-Spa anche quando non la usi, alzando eventualmente la temperatura fino a 40° un’ora prima di iniziare la tua seduta nella spa gonfiabile. Questa accortezza ti farà risparmiare energia rispetto a quella che utilizzeresti per riscaldare ogni volta l’acqua fredda ottimizzando, quindi, i costi della spa in casa.

2 – Sfrutta al massimo la copertura della tua Lay-Z-Spa

Altro piccolo trucco per risparmiare sui costi di gestione della tua mini spa è quello di utilizzare la copertura in dotazione per ridurre i tempi di riscaldamento dell’acqua oppure, nel caso tu abbia adottato la tattica descritta sopra, per mantenere meglio la temperatura.

Coprire la tua vasca idromassaggio ti permetterà, infatti, di evitare che il calore dell’acqua si disperda nell’aria. Anche in questo caso potrai risparmiare energia elettrica e ottimizzare i costi.

3 – Posiziona la tua vasca idromassaggio gonfiabile in un posto riparato

Ti abbiamo già dato alcuni consigli per scegliere il posto migliore per la tua spa gonfiabile in giardino, e tra questi c’è anche quello di trovare un luogo riparato dal vento. Oltra a non farti prendere freddo mentre fai il bagno, questo suggerimento è utile anche per contenere i costi della mini spa a casa. Il vento, infatti, tende a raffreddare la superficie dell’acqua e a rendere più difficile mantenere costante la sua temperatura, portando il sistema di riscaldamento a lavorare di più e, quindi, a consumare più corrente. Se vuoi un riparo ottimale, ti suggeriamo la Cupola di Lay-Z-Spa che consente di trattenere meglio il calore della spa gonfiabile.

4 – Gestisci i livelli del pH dell’acqua

Con qualche accortezza è possibile risparmiare anche sui costi dei prodotti chimici da utilizzare nella manutenzione della vasca idromassaggio gonfiabile. Mantenendo il pH dell’acqua tra 7.2 e 7.6, ad esempio, farai in modo che il cloro aggiunto alla tua spa agisca al meglio e che l’idromassaggio gonfiabile funzioni in modo efficiente. In caso di pH non adeguato, infatti, il cloro potrebbe non agire e quindi potresti sprecare il prodotto.

Per misurare i livelli del pH dell’acqua della tua spa gonfiabile, ti suggeriamo di utilizzare le apposite Strisce Flowclear.

5- Non dimenticare il Timer per il risparmio energetico

Lay-Z-Spa ha introdotto nei suoi modelli la funzione “Timer risparmio energetico” che consente di ottimizzare il consumo di corrente e di contenere i costi della spa a casa. Questa funzione permette di impostare e controllare i tempi del ciclo di riscaldamento dell’acqua con un anticipo di 72 ore. In questo modo potrai risparmiare corrente e la bolletta sarà più leggera!

6 - Riempi la tua spa con acqua calda

Riempiendo l’idromassaggio gonfiabile con acqua del rubinetto già calda – purché non superi i 40° – risparmierai ulteriormente sui costi della mini spa in casa. Utilizzare la corrente per scaldare l’acqua fredda versata nella spa, infatti, comporta una spesa maggiore.

7 – Effettua una manutenzione regolare

Pulire la tua spa gonfiabile e il filtro regolarmente ti consentirà di far funzionare bene il tuo idromassaggio gonfiabile prevenendo spese extra per eventuali prodotti chimici o per sistemare eventuali malfunzionamenti.

Bene, ora che conosci questi trucchi per risparmiare sui costi della mini spa a casa, non dimenticarti di metterli in pratica!