×

Pulizie di Pasqua: qual è l’origine e come si fanno?

Con l’arrivo della bella stagione e delle festività pasquali, è impossibile non pensare subito che è arrivato anche il momento delle pulizie di Pasqua. Siamo abituati a descrivere così questo periodo dell’anno in cui si pulisce ogni angolo della casa, ma forse non tutti sanno il perché si dice “pulizie di Pasqua”.

Tutto deriva dall’antica usanza ebraica di pulire a fondo la casa proprio nella settimana pasquale per eliminare ogni possibile residuo di lievito. Liberare la casa da lievito, polvere e dagli oggetti inutili è infatti un rituale pratico associato però a un processo spirituale di rinnovamento annuale, che vede simbolicamente nell’eliminazione di questi elementi un modo per purificare la casa, il corpo e l’anima.

 

Pulizie di Pasqua significato

Durante la Pesach – che coincide proprio con la nostra Pasqua – il popolo ebraico ricorda l’esodo e la fuga dall’Egitto, avvenuta così repentinamente da non dare nemmeno il tempo al pane di lievitare (da ciò il riferimento al lievito). Il termine stesso “Pesach” vuol dire proprio “passaggio” e si capisce chiaramente che in questo periodo dell’anno si ha voglia di festeggiare proprio il passaggio dai grigi mesi invernali a quelli primaverili. Questo è infatti un momento di rinascita sia per la terra che per il corpo umano.

 

Durante le pulizie di Pasqua tutta la famiglia ebraica è coinvolta nella pulitura della casa e anche i bambini danno una mano buttando così, in modo simbolico, tutta la negatività fuori dalla porta. Anche in alcune regioni d’Italia le pulizie pasquali sono ancora legate alla benedizione delle case e sopravvivono superstizioni e credenze per cui, togliendo la polvere da tende e tappeti, ci si libera anche dal peccato e si scaccia via il diavolo a colpi di scopa.

 

Come si fanno le pulizie di Pasqua

Credenze religiose o meno, pulire la casa all’inizio della Primavera è davvero un’ottima scelta per sanificare gli ambienti e dare un tocco di colore alle stanze aggiungendo nuovi tessili o elementi decorativi. Tira vie tutte le tende, lavale e lasciale asciugare al sole, così come le lenzuola, i tappeti, i cuscini e tutte le giacche invernali. Se hai una terrazza, lava a fondo anche la tenda parasole, così da averla sempre perfetta per tutta la bella stagione e poter organizzare tanti aperitivi all’aperto con gli amici.

 

Sistema il tuo giardino piantando qualche coloratissima primula e metti a dimora nuovi sementi, per goderti presto un’esplosione di vita e colore in quest’area.

Con i primi caldi, poi, potrai decidere di allestire di nuovo la tua Lay-Z-Spa perché il momento dei tuoi bagni rilassanti all’aperto si sta avvicinando. Pulisci la zona del porticato e togli tutte le piante secche e rovinate. Attorno alla tua oasi di pace e relax non dovranno mancare anche dei bei vasi in legno con all’interno bulbi di nuovi fuori, che entro poche settimane sbocceranno inondando di profumo l’ambiente intorno alla tuo idromassaggio gonfiabile.   

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*